La Costituzione della Repubblica Italiana – artt. 38, 39 e 40

Art. 38. Ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all’assistenza sociale. I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria. Gli inabili ed …

Alla “provocazione” giornalistica di Gian Antonio Stella dobbiamo rispondere con i fatti

Alla “provocazione” giornalistica di Gian Antonio Stella dobbiamo rispondere con i fatti ricordando e mettendo in opera quanto ebbe a dichiarare, in un intervento che ho già ricordato giusto un anno fa, il nostro conterraneo Alcide Degasperi all’assemblea costituente nel 1948: “.. le autonomie si salveranno, matureranno, resisteranno solo ad …

La Costituzione della Repubblica Italiana – artt. 36 e 37

Art. 36. Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa. La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge. Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale …

La Costituzione della Repubblica Italiana – Parte prima – Titolo III – Rapporti economici – art. 35

Art. 35. La Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni. Cura la formazione e l’elevazione professionale dei lavoratori. Promuove e favorisce gli accordi e le organizzazioni internazionali intesi ad affermare e regolare i diritti del lavoro. Riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla …

La Costituzione della Repubblica Italiana – art. 34

Art. 34. La scuola è aperta a tutti. L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita. I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle …

La Costituzione della Repubblica Italiana – artt. 32 e 33

Art. 32. La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della …

La Costituzione della Repubblica Italiana – artt. 30 e 31

Art. 30. È dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori del matrimonio. Nei casi di incapacità dei genitori, la legge provvede a che siano assolti i loro compiti. La legge assicura ai figli nati fuori del matrimonio ogni tutela giuridica e sociale, …

La Costituzione della Repubblica Italiana – Parte prima Titolo II – Rapporti etico-sociali – Art. 29

Art. 29. La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio. Il matrimonio è ordinato sull’eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell’unità familiare.

La Costituzione della Repubblica Italiana – artt. 27 e 28

Art. 27. La responsabilità penale è personale. L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva. Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato. Non è ammessa la pena di morte. [5] Art. 28. I funzionari e i dipendenti …

La Costituzione della Repubblica Italiana – artt. 25 e 26

Art. 25. Nessuno può essere distolto dal giudice naturale precostituito per legge. Nessuno può essere punito se non in forza di una legge che sia entrata in vigore prima del fatto commesso. Nessuno può essere sottoposto a misure di sicurezza se non nei casi previsti dalla legge. Art. 26. L’estradizione …