“Maestri” e social network: è tutto oro quello che luccica?

"In un social network chiunque può erigersi a maestro di vita, senza necessariamente averne le competenze.

In genere è sufficiente che sappia urlare ed essere un po’ più arrogante degli altri.

In assenza di conoscenza diventa automaticamente o quasi un guru che trova sempre un seguito di fedeli discepoli.
Ma attenzione perché non sempre questi maestri sono in grado di assolvere a un ruolo di guida e spesso anzi ci portano in direzioni che non sono per nulla produttive."

fondo di Roberto Pratesi su Nphotography con specifico riferimento al mondo fotografico ma valido sicuramente anche al di fuori di esso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *