Nell’occhio del ciclone: UCT 508 parla di me.

4 Commenti

  1. Emanuele Beltrami - Darzo

    Buon giorno Ing. Benedetti , sono capitato per caso sul suo bel sito, ed ho trovato una certa somiglianza nella sue attività lavorative e non ,con le mie, …… mi sono cosi deciso a riportare questo commento…………….ma guarda mi sono detto …….. Ingegnere e geometra come me, appassionato di fotografia come me ( anzi di piu’), ha lavorato con il Servizio Bacini Montani ( io con mio padre ne respiravo l’ambiente e le opere visto che dagli anni 70′ nella valle Giudicarie la sua Impresa lavorava per la PAT con vari Escavatori e camion )………che coincidenza mi sono detto ……. ed allora ho voluto presentarmi.

    Complimenti per le foto, per il metodo e per lo sviluppo che ha saputo dare alla passione della fotografia e per la divulgazione delle sue opere; penso spesso che mi piacerebbe avere un sito, ma sono un po troppo preso, oltre il lavoro anche io ho qualche altra attività hobbystica e non, ed il tempo è sempre tiranno, dovrei poi poi farmi aiutare da qualcuno che se ne intende di più di informatica.

    Nel 1987 ho acquistato la mia prima NIKON 301, poi la FM3A meccanica, poi dal 2009 sono saltato sul digitale con la D700, portandomi dietro qualche buon obiettivo luminoso un NIKON 80-200 f2.8 ed un NIKON 24 f1.4,, poi un vecchssimo 35-105 f 3.5-4.6………in gran parte ho ripreso per ricordo, gite, monti, scialpinismo, mare, figli, moglie, feste, ecc…spesso a colori; ho un mc di diapositive …….qualche volta mi sono impegnato dedicando il tempo necessario per la ricerca e preparazione delle riprese con lo scopo di fare arte fotografica ed ho ottenuto anche qualcosa di meritevole …. ma non mi piace e non mi dedico al fotoritocco.

    Dal 2000 ho acquistato anche un telescopio rifrattore con focale 1200*150 mm. con cui raggiungo tranquillamente 120 ingrandimenti in buona qualità, ……..è di medie caratteristiche di luminosità e con questo mi sono dilettato anche con la fotografia di pianeti e stelle, ma è tutta un altra cosa……..dura sia per l’inquinamento luminoso cresciuto negli ultimi anni, sia per gli orari notturni , che per il freddo e l’attrezzatura da spostare se si vuole andare in luoghi isolati e poi non ho mai preso il motore di inseguimento.

    Negli ultimi anni con la possibilità di alta sensibilità della macchina digitale mi sono dedicato a fare un po’ di prove di fotografia notturna terrestre e qualche esperimento.

    Nel lavoro mi occupo di progettazione civile e sono socio di Studio Associato di Ingegneria a Storo.

    Mi ha fatto piacere poter scambiare quattro pensieri, spero di non averla tediata troppo.

    Mi guarderò meglio il suo sito e le sue performance.

    La Saluto cordialmente ed un “a risentirci” se le fa piacere.

    Emanuele Beltrami

    1. Grazie mille di aver lasciato la tua testimonianza.
      Sabato abbiamo inaugurato la mostra dedicata alla valle di Gresta citata nell’articolo (GARDUMO 77.78 17.18).
      È stata una vera soddisfazione sia per la presenza di tante persone che per le parole di chi è intervenuto.
      Se hai tempo e voglia la mostra rimane aperta fino a Venerdì 19!
      A presto.
      Guido Benedetti

    2. Grazie mille di aver lasciato la tua testimonianza.
      Sabato abbiamo inaugurato la mostra dedicata alla valle di Gresta citata nell’articolo (GARDUMO 77.78 17.18).
      È stata una vera soddisfazione sia per la presenza di tante persone che per le parole di chi è intervenuto.
      Se hai tempo e voglia la mostra rimane aperta fino a Venerdì 19!
      Per il resto il consiglio è di dedicarsi anche alle proprie passioni applicando un serio metodo di lavoro; solo così, a mio parere, si supera il successo immediato, ma effimero, legato ai like sui social lasciando una propria testimonianza duratura nel tempo.
      A presto.
      Guido Benedetti

  2. Grazie mille Emanuele per le belle parole nei miei confronti.
    Auguro anche a te buon lavoro consigliandoti di partecipare, per vicinanza, alle attività del gruppo fotografico della Val di Ledro. E’ un gruppo che conosco di fama e che mi risulta essere fare delle belle attività (l’ultima in ordine di tempo è la partecipazione al lavoro di ricerca che ha portato alla realizzazione del libro LA LISTA DI CANDIDO).
    Se invece tu ti volessi spostare fino a Nago ti invito fin d’ora a partecipare alle attività del gruppo fotografico che frequento e del quale forse hai già sentito parlare: IL FOTOGRAMMA di Nago-Torbole.
    A presto!
    Guido Benedetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *